VITA DA BABBIONS

CIAO

ANGELABE

ANGELABE
Chi sono. Sono Angela, per il mondo patch Angelabe, una "ragazza " di 50 anni che vive in Lunigiana con un marito e 2 gatti. Un figlio di 28 anni che vive da solo ed una passione infinita per il patchwork e tutto quello che è faidatè. Faccio parte di un gruppo "LE BABBIONS" con cui mi riunisco una volta la settimana e con cui lavoro, chiacchiero e scambio opinioni e consigli. Questo sarà il mio "diario", dei miei lavori, della mia vita, delle mie emozioni. Grazie a chi vorrà condividere con me questo viaggio.

giovedì 11 giugno 2009

Onestà e sincerità (considerazioni di una giornata da dimenticare)

Non è poi così facile parlare di onestàe sincerità. E' facile giudicare, processare, osservare, valutare, assolvere, acccusare, rimanere indifferenti, ignorare..............è tutto molto facile. E' facile sparare a zero. dire agli altri quello che andrebbe fatto e non, dire quelle che sarebbero le parole giuste, le frasi giuste, gli atteggiamenti giusti. E' tutto molto più semplice dal di fuori. Ma se ti collochi in prima persona nel vivere certe situazioni, non è poi così semplice. Osservi, ascolti, guardi e aspetti. Aspetti che dalla tua bocca escano le parole giuste che tutti si aspettano tu dica. Aspetti di avere la reazione giusta che risolva il problema. Aspetti che qualsiasi cosa tu faccia risolva il macello che ti gira attorno. Cerchi le parole per dire quello che pensi senza ferire nessuno, senza fare del male a chi già stà soffrendo, senza dare l'impressione che tu ti stia schierando, senza provocare altri caos. Ma non trovi niente, nè parole, nè gesti, niente. Tutto perchè non è poi così facile capire cosa pensi, cosa provi, cosa credi e cosa non credi, da che parte stai e non sai nemmeno il perchè. E' la prima impressione quella che conta o è la lunga meditazione che ti farà capire la strada da seguire? Sono in malafede o sono la solita ingenua credulona? E ti senti falsa solo perchè non trovi le parole giuste per dire tutto, ma proprio tutto quello che pensi. E ti senti ipocrita solo perchè cerchi di non deludere chi si aspetta che tu gli dia ragione. E ti trattieni dal dire tutto quello che vorresti dire per paura di esagerare nei giudizi. E cerchi come sempre le "parole per dirlo", già, ma dire cosa? Ah ...ecco!

5 commenti:

aless.erre ha detto...

Beh, dirti che ho capito di cosa tu abbia scritto sarebbe una grossa bugia, pero' il succo penso di averlo compreso.
Approvo e sottoscrivo.

teodo ha detto...

Carissima, io sono più vecchia di te e ho imparato che non bisogna trattenere nulla perchè poi ci si pente.
Devi trovare il modo di dire quello che ti viene in mente, con le parole giuste, ma lo devi dire.
Prova a sforzarti e vedrai che sarai felice.
ciao ciao

apaolal ha detto...

capisco benissimo....purtroppo :-(
pero' ti ripeto consiglio gia' detto..fermati. lascia stare per un week, per un attimo.. fermati. e fai punto a capo..difficile lo so. primo per come sei, secondo per dove e' il problema...
purtroppo non puoi risolvere nulla tu.. anche se vorresti, anche se pare che te lo chiedano..
baci
annapaola

stella ha detto...

Pane al pane, vino al vino, ma con diplomazia.
E pensare che per me diplomazia equivaleva a falsità!

angelabe ha detto...

Ecco, diplomazia....è proprio quella che mi servirà oggi...è ora che impari anch'io che non significa falsità ma è una forma di sopravivenza. Grazie a tutte

I NOSTRI "BIMBI" PELOSI

taddeo