VITA DA BABBIONS

CIAO

ANGELABE

ANGELABE
Chi sono. Sono Angela, per il mondo patch Angelabe, una "ragazza " di 50 anni che vive in Lunigiana con un marito e 2 gatti. Un figlio di 28 anni che vive da solo ed una passione infinita per il patchwork e tutto quello che è faidatè. Faccio parte di un gruppo "LE BABBIONS" con cui mi riunisco una volta la settimana e con cui lavoro, chiacchiero e scambio opinioni e consigli. Questo sarà il mio "diario", dei miei lavori, della mia vita, delle mie emozioni. Grazie a chi vorrà condividere con me questo viaggio.

domenica 8 marzo 2009

PICCOLE DONNE

Sabato, 07 marzo 2009, ore 14.00, appuntamento corso con Gemma.Ora vi aspetterete delle foto, e invece no. Primo perchè ci siamo completamente dimenticate di farne (e certo, mancava Carmela!!!) Secondo, perchè oggi sono in fase meditativa ed ho deciso di rendervi partecipi delle mie "constatazioni" post meditazione. (Oh signur come sono fuori oggi!!! Sarà l'influenza?) A parte il fatto che ieri non ero in forma, che Elena, Carmela ed Angela mancavano, che alcune di noi avevamo qualche "piccolo problemino" in corso, per il resto la giornata è passata tranquillamente. Solite battute, lavoro, consigli di Gemma, stoffe libri e....un piccolo Grillo Parlante che interveniva su SKYPE e lavorava in diretta con noi (è o non è il quilt dell'amicizia ragazze?) Stò parlando di Alessandra che ci ha tenuto compagnia in diretta ed era affascinante sentire che dal pc uscivano rumori di tagli di stoffe, cuciture a macchina e lei che commentava, un po' da sola, un po' con noi su quello che stava facendo. Voi direte " cosa c'è di strano?" Per alcuni magari niente, ma per me che stò scoprendo lentamente questo mondo, e non solo quello di skype, tutto è nuovo e affascinante e mi sento come la bimba solitaria leggeva e leggeva libri e da ogni libro assorbiva qualcosa di nuovo e con la fantasia camminava per ore e tutto ciò le teneva compagnia. Ora, l'età, la maturità, i problemi, gli impegni e comunque il normale passare del tempo, lasciano poco spazio alla fantasia, ma ogni tanto ci sono delle occasioni o degli episodi che riportano alla luce il nostro lato infantile ed allora la fantasia riprende il suo cammimo e rimani stupita da quello che ne esce, sembra quasi una seduta psicoanalitica. (lo so oggi mi dovete sopportare) Ed ecco che mi torna in mente il mio libro preferito, quello che avrò letto a dir poco 50 volte, quello che poi è diventato un film, anzi più di un film col passare del tempo, anche quelli visti e rivisti.....PICCOLE DONNE. Ed ecco che per magia comincio a vedere le persono che mi circondano con gli occhi di chi leggeva quel libro e vedo MEG, la primogenita, la sorella più equilibrata sensata che teneva bada alle sorelle più piccole e... a chi dare quel ruolo se non a Giò. Amiche ormai da anni, a tratti diverse ed a tratti identiche , lei è la mia sorella maggiore, quella che purtroppo non ho mai avuto e che sarebbe piaciuto avere, quella che mi tiene a bada, ( si fa per dire) e che mi riporta alla riflessione quando esagero. Poi c'è Giò (quella del libro) e lì ecco che compare Paola. Non ci conosciamo da così poi tanto tempo ma tra noi si è instaurato un rapporto speciale. Lei è vivace, iperattiva, un vero vulcano di idee e creatività, e riesce a darmi la carica quando le mie batterie si esauriscono (cosa che succede spesso) Per ora non ho ancora trovato un ruolo reale a Beth ed Amy, ma lo ho trovato per la madre. E' un ruolo importante nella vita di ogni bimba, e quando trovi persone che ti sembra sarebbero state adatte per quel ruolo, la cosa non può passare inosservata. Gemma è una persona adatta per quel ruolo. Ha la dolcezza che mi avrebbe aiutata nella mia crescita, la giusta severità e forza di carattere che non sembra ma sono alla base di un buon percorso di crescita, trasmette sicurezza dietro la sua aria mite e ti ritrovi a fare quello che lei dice, perchè sì, è così che va fatto. Ed ecco che per magia mi ritrovo a vederla come la figura di madre che mi sarebbe piaciuto avere ( chi di noi non si è mai chiesto " come sarei stata con genitori diversi"), come colei che ora mi aiuterà in un altro percorso, magari meno importante, come quello del patchwork, ma magari altrettanto lungo (oddio! mi auguro di no per lei). Quando mi corregge ( e credetemi succede spesso, sono una frana!!!) mi fa sentire importante, come se qualcuno avesse finalmente deciso di tirare fuori da me quella parte che ancora non è uscita e che si rispecchia inevitabilmente nei lavori che fai. Povera Gemma che responsabilità che le stò dando!!! Bene, alleggeriamo un po' l'argomento. E le altre? Bhe, per le altre è facile! Tutte le altre non sono altro che tutte, e dico proprio tutte le sorelle o perlomeno le amiche che avrei voluto avere da bimba e che non ho mai avuto. La compagnia mi è sempre mancata tanto e la solitudine che mi ha accompagnata fa parte della maggior parte dei miei ricordi. ( Ma sembro Leopardi?) E così i capitoli del mio libro della vita continuano e con questo dò la risposta a chi mi chiede il motivo del mio cambiamento. E' semplice. Io ora ho tutto, veramente tutto quello che ho sempre desiderato ed ho paura a dirlo ma non desidero altro se non quello che ho. In tutto questo faldone devo inserire però anche la mia situazione familiare e lavorativa, perchè è inutile dirlo, ma se non stai bene in casa tua e con i tuoi cari, non puoi stare bene in nessun altro posto del mondo e con nessun altro al mondo. E qui non posso ringraziare che il Padreterno perchè si sa no le cose come vanno? Ah dimenticavo! AUGURI DONNE!!! AUGURI BABBIONS!!!! MA NON PER OGGI, NO! MA PER TUTTO L'ANNO, PERCHE' OGGI NON SERVE A NIENTE SE NON STAI BENE NEL TUO RUOLO DI DONNA PER TUTTO L'ANNO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

6 commenti:

Mariarita ha detto...

Ben detto Angela...noi siamo donne tutto l'anno e non solo l'8 marzo!!!
Buona domenica.
Mariarita

aless.erre ha detto...

Dev'essere la febbre....hihihihi
No, mi e' piaciuto molto leggere tutto sto post!!!
Senti ma, invece di essere il grillo parlante, potrei essere l'Ape Maia???
(Bella brava buona e rotonda, ma quando punge...so' dolori!!! Come me!!!)
Hihihihihi
Ps: tu sei la mia Blondy preferita ;-P

Grazia ha detto...

Che carino questo post!!!
...l'ho letto con molto piacere, anche perche' mi hai ricordato una lettura di tanti, ma tanti anni fa...:)

Il giardino di rosmarino ha detto...

mi hai dato un ruolo troppo importante...ANGELA...io penso di non essere poi cosi maestra nel fare le cose,semplicemente quel poco che so mi fa piacere condividerlo con voi,è questo che io intendo per PATCHWORK,non è solo un "mettere insieme pezzetti di stoffa"ma è stare insieme e il pezzo di stoffa che si è cucito,è un pezzo di vita e quando lo si riguarda,è:"ricordi...??fino a quando non ho conosciuto Paola,che mi ha poi portato a voi,io cucivo;ora faccio PATCHWORK.Io parlo poco,e sono molto sintetica nello scrivere,ma voglio dire a tutte voi"GRAZIE

Apple ha detto...

Auguri donna ........nn solo x oggi ma x tutto l'anno!!!!!!baciotti e buona serata .

apaolal ha detto...

bellissimO "PEZZO DI VITA VERA"...
il bello dell'amicizia e' proprio quello.. ognuno ti da un pezzo di se e tu, senza saperlo, dai un pezzo a noi.. come le stoffe .. un pezzo di azzurro a te e un pezzo di blu a me (pero' tu hai piu' scelta ehehehe)..
mercì a te, mercì a tutte..
apaola

I NOSTRI "BIMBI" PELOSI

taddeo