VITA DA BABBIONS

CIAO

ANGELABE

ANGELABE
Chi sono. Sono Angela, per il mondo patch Angelabe, una "ragazza " di 50 anni che vive in Lunigiana con un marito e 2 gatti. Un figlio di 28 anni che vive da solo ed una passione infinita per il patchwork e tutto quello che è faidatè. Faccio parte di un gruppo "LE BABBIONS" con cui mi riunisco una volta la settimana e con cui lavoro, chiacchiero e scambio opinioni e consigli. Questo sarà il mio "diario", dei miei lavori, della mia vita, delle mie emozioni. Grazie a chi vorrà condividere con me questo viaggio.

lunedì 30 marzo 2009

Una giornata normale


Il fascino della normalità. E' un fascino talmente unico da passare troppo spesso inosservato. Solo quando questo svanisce ti rendi conto di quante volte ti ha accompagnato in silenzio, senza traumi nè scossoni e di quanto altrettante volte lo hai ignorato, senza renderti conto di quanta compagnia ti stia facento. Allora lo rimpiangi e lo rivorresti con te, non vedi l'ora di riassaporarne il dolce rumore, come il ticchettio di un orologio antico che solo quando si rompe ti rendi conto di quanta compagnia ti stesse facendo. Oggi è una di quelle giornate che io reputo fortunate per chi le vive. Una di quelle giornate normali, tanto normali che solo se ti fermi ad acoltarne il rumore ti rendi conto di quanto siano uniche e piacevoli. Non faccio niente di particolare da raccontare, una tuta, una fetta di dolce alle mele e cucio. E cucio, taglio cucio taglio cucio e niente altro. Non ho acceso la televisione e nemmeno la radio per non rovinare la musica del silenzio. Nel terrazzo della mia mansarda la pioggia che cade mi fa compagnia e da sola basta. Il gatto dorme. ogni tanto apre un occhio, mi guarda, allunga una zampa, tira un sospiro e torna a dormire. Ed io cucio, taglio cucio taglio cucio. Il rumore delle forbici, della macchina da cucire, della pioggia, di un cane della vicina, di Taddeo che sospira.......a volte la solitudine è necessaria per assaporare una buona e sana normalità. E decido di condividerla con chi mi conosce. Apprezziamola di più la fortuna che abbiamo, quando la abbiamo, e speriamo che questo ci aiuti quando la normalità ci abbandonerà per una attimo, per un'ora, per un giorno o per più tempo. Vivremo dei suoi ricordi ed aspetteremo che torni. Aspetteremo i suoi rumori, i suoi profumi, la sua musica e non vedremo l'ora di riabbracciarla perchè la riconosceremo e saremo contenti di passeggiare di nuovo con lei e con il suo dolce fascino nel nostro lungo cammino.


A chi mi vuole bene.

13 commenti:

antonietta ha detto...

bel post, calmo e sereno come chi lo scrive

fatagatta ha detto...

E credo che l'importante in tutto questo sia stare bene con se stesse e tu Angela penso che ci sia riuscita...
un abbraccio
Elena

aless.erre ha detto...

Leggendo l'ultima frase del post capisco che e' riferito anche a me...
(non so se capisci...)
Belle parole!!!
Kisses

apaolal ha detto...

waw...mi verrebbe da dire.. ma cosa hai preso per scrivere cosi bene!! ma e' solo una stupida battuta!!! ultimamente credo che la "vera" Angela si affacci sempre piu'verso il mondo..e queste bellissime e sincere esternazioni del tuo "IO" ne sono la dimostrazione!
Mercì :-)
annapaola

*Maristella* ha detto...

Bonjour Angela...sei riuscita a descrivere alla perfezione la sensazione di benessere che provo quando sono qui al lavoro e sono sola e tranquilla...che pace!!!
Ho visto il ricamo a silke-ribbon...che meraviglia...qui in Italia non esiste, purtroppo!! Un abbraccio, *Maristella*.

Apple ha detto...

Carissima ....come ti capisco.........vorrei anch'io alcuni di questi momenti!!!!!!!!!cosa vuoi con due figli uno adolescente una di tre in casa c'e' di tutto tranne il silenzio!!!!!!!!baciotti Mela.

Cetty ha detto...

Mi ritrovo pienamente nelle tue parole che condivido appieno. La felicita' spesso sta solo nell'apprezzare quella quieta, dolce e banale normalita' che, purtroppo, spesso si apprezza solo quando non la si ha piu'.
Posso permettermi di nominarti membro ad honorem del mio club delle ragazze vintage? Non conosco la tua eta' ma, a prescinderne, hai sicuramente tutte le caratteristiche richieste.
Cetty

Grazia ha detto...

Io sono una di quelle che si lamentano troppo e spesso della normalita'...queste tue parole me la fanno rivedere sotto una luce diversa...spero di riuscire ad apprezzarla anche io....:)

brunella ha detto...

Comprendo pienamente le tue parole e le condivido,troppo spesso,prese come siamo da tante cose piccole o grandi che siano,dimentichiamo quei momenti sereni che dividiamo solo con noi stesse...non ci siamo più abituate e forse fanno paura è x questo che non li appreziaono...
ciao
Brunella

patti ha detto...

Già l'intestazione del blog è un programma, ma quest'ultimo post è meraviglioso!!!!
Mi riserverò tempo per sfogliare con calma il tuo blog, intanto grazie per il saluto che mi hai lasciato!!!
Un bacio
Patti
Ps: quale sei tu nella foto di gruppo??? ;.))

angelabe ha detto...

Sono la seconda da sinistra con il cappellino da papà natale....

Pippi ha detto...

Angela che bello scoprire il tuo blog! Poi sei talmente vicina a me che mi fa ancora più piacere! hai descritto mirabilmente la bellezza che c'è nella normalità della vita quotidiana e io sono davvero emozionata perchè amo cucire anche se ultimamente mi sono data all'uncinetto ;-) sei una bella scoperta tu e tutto il gruppo di Babbions eheheheheheh tornerò a trovarti ora finisco di farmi un giretto da te che ho visto ci sono un miliardo di cose da vedere!!!!!!
ciao Pippi

Anonimo ha detto...

L'ho sempre saputo che noi pensiamo le stesse cose..
bellissimo post
un bacione Sil

I NOSTRI "BIMBI" PELOSI

taddeo